Design Teaser: Giancarlo Petriglia

Fashion By Stefano Guerrini
 

 

Milanese, studio all'Accademia di Belle Arti alle spalle, Giancarlo Petriglia ha un curriculum importante, a partire dagli anni di lavoro nell'ufficio stile di un marchio italiano simbolo del made in Italy nel mondo come Trussardi, a cui sono seguite altre collaborazioni di rilievo fino alla decisione di esordire nel settembre 2011 con una collezione di accessori a suo nome. Con le sue borse si fa subito notare e l'anno seguente è finalista all'importante "Who's on next?", sponsorizzato da Vogue Italia. Qualità e cura dei dettagli, una produzione italiana, le borse sono realizzate a Palermo, e un design innovativo che rimanda ad input ispirativi culturalmente alti, trasformano le borse di Giancarlo Petriglia in oggetti del desiderio. E lo stilista porta la sua collezione a Super, progetto di Pitti Immagine e Fiera Milano, in collaborazione con Comune di Milano, e noi lo abbiamo incontrato alla vigilia della sua partenza per questa fiera per farci raccontare meglio la sua collezione. 

 

 

Ci racconta la collezione p/e 2014? 

La p/e 2014 è ispirata a Leon Baskt, pittore, scenografo e costumista russo che opera nella Parigi dei primi Novecento. Le borse hanno linee essenziali con pitoni dipinti a mano e con ricami preziosi che sperimentano inediti abbinamenti. Per le occasioni più importanti le clutches sono incastonate come pietre preziose in rigide strutture di ottone. I volumi si modificano e trasformano, la palette di colori è opulenta e innovativa come una scenografia del Teatro Kyrov: il rosso si abbina all'azzurro e al polvere, il colore iris con il turchese e il giallo, il tutto tagliato con il nero. 
 
Quale il must-have di collezione?
La Clari, borsa piccola ricamata a mano, con un motivo geometrico multimateriale e multicolore. 
 
A Super porterà le proposte per la f/w 14-15, ce ne parla? 
La f/w 2014-15 è dedicata a due grandi donne della moda: Anna Piaggi con il suo mondo colorato e surreale e Diana Vreeland sofisticata, glamour e internazionale. Le forme delle borse seguono il design più moderno, con costruzioni che permettono di renderle trasformabili e estensibili. I secchielli con tasche staccabili che diventano clutch, la borsa da sera che si sdoppia, la shopping con la patta staccabile che diventa clutch e con un gioco di manici che la trasforma in Obo. 
 
Da dove arrivano gli input per le collezioni? 
Gli input per le collezioni arrivano da tutto ciò che mi incuriosisce, dall'arte al design e dalla continua ricerca del bello. Tutte le stagioni mi rimetto in discussione e riparto da zero, come se fosse la prima collezione. 
 
Quale pensa sia l'importanza di fiere come il Super? 
L'importanza del Super è la capacità di far arrivare gli addetti del settore internazionali e nazionali. Super è una vetrina di prestigio che aiuta i designer emergenti ad avere per il proprio marchio la giusta visibilità commerciale.
 

 

 www.giancarlopetriglia.com

Social