28 nov 2014

Design Teaser: intervista a Francesca Morini
di Tuttigufi

Fashion / Design By Stefano Guerrini
 


Quella di Tuttigufi è una storia che nasce dal collezionismo, di bottoni, per arrivare alla creazione di una linea di piccoli bijoux, capaci di scatenare su chiunque li abbia a portata di mano la voglia di farli propri, farli diventare compagni del proprio guardaroba quotidiano. Gli animaletti di Tuttigufi, dagli strani occhi, con pance belle tonde, nasi a punta e zampine, sono spille, ciondoli, gemelli, in bakelite, vetro, metallo, che nascono dall’assemblaggio di bottoni firmati, vintage, preziosi, colorati, così accattivanti da attirare subito l’attenzione e scatenare voglia di collezionismo a loro volta. Dietro Tuttigufi, dietro questi piccoli oggetti, pezzi unici, con tanto di numero di serie e accompagnati da un certificato di garanzia che ne sancisce l'autenticità, c’è la passione di Francesca Morini. Abbiamo incontrato e intervistato Francesca durante l’ultima edizione di Super, fiera voluta da Pitti Immagine e nata in collaborazione con il Comune di Milano, dedicata agli accessori e al prêt-à-porter donna, scoprendo che Tuttigufi ha molti fan, anche fra gli uomini!

 


Come sei arrivata ad una linea tua?

Sono collezionista di bottoni antichi, fin da bambina amavo collezionarne di ogni tipo, poi ho cominciato ad andare per mercatini, alla ricerca di cose sempre più particolari, bottoni firmati da grandi stilisti o comunque d'epoca, anche risalenti agli anni 30, quando erano veri e propri oggetti preziosi. Poi un giorno ho deciso di cominciare a creare degli oggetti. La mia prima idea è stata quella della spilla e il soggetto che ho scelto di rappresentare è stato il gufo, animale simbolico. Oggi la collezione presenta anche altri animaletti, come il gatto, la libellula, il pinguino, il maggiolino, ma il gufo rimane sempre la punta di diamante della collezione.
 

Caratteristiche che contraddistinguono le tue creazioni?
Ogni pezzo è unico, fatto a mano esclusivamente da me, numerato e certificato. I bottoni che compongono le mie spille vanno dalla fine dell'Ottocento fino agli anni Ottanta. Ogni anno creo nuove collezioni che vanno a completare i best seller. Oggi troviamo la linea Fashion, con bottoni firmati dalle grandi case di moda, la clock, con gli orologi anche funzionanti e molte altre.
 

I momenti più soddisfacenti legati al tuo lavoro sino ad ora?
Quando le persone rimangono affascinate e divertite dalle mie spille, quando riesco a strappar loro un bel sorriso.
 

Ci parli della collezione per la p/e 2015?
Ho intenzione di alleggerirmi nei materiali, userò resine e plastiche trasparenti e opali. Uscirà un nuovo soggetto e curerò ulteriormente la parte della TUTTIGUFI FOR HER E FOR HIM, la linea For Her raccoglie anelli orecchini e collane, sempre con i soggetti realizzati con i bottoni, mentre per lui propongo piccole pins, gemelli e fermacravatta.
 

Da cosa arrivano gli input ispirativi, quali le icone di riferimento e a chi pensi quando crei?
La mia più grande aspirazione rimane sempre e comunque un' epoca passata dove ogni capo d'abbigliamento veniva obbligatoriamente completato da una bella spilla! Adoro sfogliare vecchie riviste e guardare vecchi film dove le donne erano così curate, ben pettinate e perfettamente vestite!
 

La tua cliente ideale?
Chiunque sia sensibile all'arte e alla ricerca di un qualcosa di unico e ricercato.
 

Quanto sono importanti per te fiere come il Super?
Per me Super è stata la conferma che il mio sogno sta diventando realtà. Tanti clienti italiani ed esteri che ogni stagione acquistano e riassortiscono la mia linea di bijoux, proponendola al loro cliente finale con entusiasmo e successo!
 

Un ricordo particolare legato ad essa?
La mia prima fiera, il mio debutto nel mondo della moda. Non potrò mai dimenticare quel giorno, il riconoscimento immediato da parte dei buyer e di grandi gruppi internazionali come H.P.France per il Giappone. Anche referenti di gruppi come Max Mara e Fratelli Rossetti si sono fermati a sentire la mia storia e hanno fatto dei grandissimi complimenti alle mie creazioni.

Social