Design Teaser Studiopretzel

Fashion / Design / Graphics By Stefano Guerrini
 

Con il suo marchio Studiopretzel Emiliano Laszlo ha presenziato a Pitti Immagine Uomo per la prima volta lo scorso giugno. Poche settimane fa, alla sua seconda partecipazione alla fiera, ha mostrato le proposte a/i 2013-14 grazie ad un interessante ed evocativo Alternative Set, dove alcune figure maschili hanno indossato i capi del brand in una atmosfera e con una ritualità quasi da samurai moderni. L’accompagnamento musicale del duo pianistico a quattro mani Mad Emoiselle Sarabande, che ha eseguito live "Voi che sapete" di Mozart, ha contribuito a sottolineare l’intensità e il forte coinvolgimento emotivo di questo momento, prova del notevole impatto che gli Alternative Set riescono ad avere. Abbiamo raggiunto Emiliano per sapere un po' di novità sul suo percorso.  

 

Descrivici in breve la collezione p/e 2013.

La collezione p/e 2013 è come sempre fortemente ispirata al Giappone. Troviamo un uomo 'leggero', a suo agio con una camicia dai bottoni fasciati e un bermuda con pinces. Il 'Vento dell'Est' del titolo simboleggia proprio questo: voglia di spensieratezza, ma anche di grande cambiamento.
 
Il must-have della collezione?
I must-have dell'estivo 2013 sono il panta-kimono da jiujitsu e la camicia lunga con coulisse, entrambi in un morbido e impalpabile cotone nei toni del grigio pallido, del blu e dell'azzurro. Mentre i must-have della collezione a/i prossimi sono il kimono in lana impermeabile e la camicia da lavoro in misto cachemire.
 
In poche parole come sarà l’a/i 2013-14?
La collezione invernale 2013-14 sarà sobria, ma eccezionale nella vestibilità. Niente sarà come sembra. Giacche doppio-petto caldissime, cinture da judo in lana con cui chiudere morbide fusciacche, camicie/tunica in denim per proteggersi dalle intemperie. L'uomo che ho voluto descrivere (anche nel titolo della collezione, 'Full Armor', cioè armato, corazzato) è un samurai moderno che non va più alla guerra, ma sfrutta la tradizione per trasformare il proprio stile.
 
Un ricordo speciale legato a Pitti?
Il mio ricordo più vivido e felice di Pitti è legato all'ultima edizione della fiera, conclusasi da poco, e in particolar modo all'incredibile Alternative Set che ha avuto come protagonista la nuova collezione! Mozart e antico Giappone insieme hanno creato un'atmosfera magica!
Social