Design Teaser: Camo

Fashion / Music / Design / Graphics By Stefano Guerrini
 
Finalista dell’edizione maschile di ‘Who’s on next?’ a giugno 2010 con il suo brand Camo, abbreviazione di Camouflage, creato nel 2007, Stefano Ughetti è ormai una presenza costante di Pitti immagine Uomo. Anche in questa ultima edizione Camo è stato protagonista di un divertente e curioso Alternative Set, la scanzonata premiazione di una gara automobilistica, quasi in stile “Wacky races”, considerato che la nuova collezione è ispirata al Rally della Lana di Biella. In primo piano abiti dallo stile classico rivisitato, dove grande attenzione è posta alla qualità e alla vestibilità, perché i capi non devono mai, nella filosofia del designer, sovrastare chi li indossa. Ecco la nostra chiacchierata con Stefano Ughetti.

Descrivici in breve la collezione p/e 2013.
Il bar è un luogo che racchiude un mondo fatto di regole proprie. I personaggi sono gli avventori occasionali o i frequentatori, ognuno con un proprio ruolo e una propria storia. Una vera e propria famiglia senza tempo. La Camo Bar Collection s/s celebra attitudini, comportamenti e atteggiamenti tipicamente italiani. La palette colori va dagli arancioni-beige agli azzurri-verde. Lo sport praticato è il gioco delle bocce, il drink preferito una gassosa.

Il must-have della collezione? 
Il must-have della collezione è la mantella in technical fiber. Giusto mix tra un capo sportivo e uno più elegante, indossabile per la sera o per andare in bicicletta.

In poche parole come sarà l’a/i 2013-14? 
Le parole d'ordine sono istinto e fantasia. Inventare nuovi look giocando con i capi, mescolandoli e mixandoli, vestirsi in modo originale e non convenzionale, in fondo la cosa essenziale durante l'inverno e' stare comodi e stare al caldo.

Un ricordo speciale legato a Pitti?
Il ricordo speciale che riguarda Pitti è senza dubbio il primo Alternative Set organizzato sotto forma di guerrilla marketing e non ancora autorizzato dalla manifestazione stessa. Si trattava della Camo River Collection per la s/s 2012 e l'evento fu un pic-nic e non sapevo ancora se aspettarmi una strigliata da parte dell'organizzazione o se sarebbe stata una buona iniziativa. Fortunatamente è andata bene!
 
Social