Boots Obsession

Fashion / Design / Performance By Federico Poletti
Lo stivaletto unisex di Memento Duo
 

Un nuovo brand – Memento Duo – sta portando alla ribalta lo stivaletto, ma lo ha ripensato in chiave unisex e con twist un po’rock. I boots di Memento Duo sono un vero e proprio statement. La scarpa è intesa come dichiarazione di anticonformismo, sensualità, ma con qualità e stile tutto  italiano. Memento Duo è nato dalla collaborazione tra alcuni amici, un gruppo di persone che hanno contribuito allo sviluppo del progetto: la parola “duo” indica in primis l’idea dell’unisex e quindi sta per uomo e donna, un prodotto interscambiabile. Due sono invece i designer o meglio un fashion duo che disegna e progetta questo d brand: Vito Regano e Fausto Poli. 

 
Come nasce il progetto Memento DUO?
Fausto Poli: Memento Duo è nato dalla passione per gli stivaletti, dall’osservazione del mercato e da un’analisi della situazione attuale. Un giorno cercavamo un paio di ankleboots ma non trovavamo esattamente quello che volevamo e ci siamo detti: “facciamoli noi!”. Abbiamo iniziato a fare ricerca, scoprendo che i boots più “famosi” erano quelli fatti su misura a Chelsea a Londra negli anni ’60 per i giovani Mick Jagger, David Bowie, etc e che, guarda caso, gli artigiani che facevano quelle scarpe erano italiani. L’idea di rivalutare il Made in Italy attraverso un prodotto dal sapore internazionale ci è subito piaciuta. I punti di forza dei boots Memento Duo sono la scelta dei materiali e il fatto di essere unisex. Più che il genere, il vero carattere di un individuo viene espresso attraverso la sua unicità e il suo magnetismo, abbiamo pensato che fosse anacronistico creare una linea di boots da uomo e una da donna, ma generare un cross over che permetta a chiunque di esprimere se stesso.

Quali sono le vostre esperienze prima di questo progetto?
[Fausto Poli] Io sono laureato in architettura e ho sempre lavorato nella comunicazione e marketing come consulente per aziende che operano nel settore del lusso; Vito è un designer ed è specializzato oltre che sullo stile anche sulla conoscenza profonda dei materiali. Questa compensazione dei ruoli ci darà dalla prossima stagione la possibilità di rendere la collezione ancora più completa e riconoscibile.

Cosa significa artigianalità per voi? 
L’artigianalità è un valore che va riscoperto, soprattutto adesso che il nostro Paese sta attraversando un momento di crisi così profondo. Affondare le mani nelle radici delle nostre capacità produttive significa fare riferimento alle forze che hanno creato, anni fa, il valore riconosciuto del Made in Italy, ricercato in tutto il mondo. Abbiamo piccoli laboratori capaci ancora di lavorare le pelli manualmente, di tagliare e cucire una suola, di trattare le pelli con prodotti naturali. I nostri campioni sono totalmente tagliati a mano da un sapiente artigiano, cuciti a mano da orlatrici ed assemblate da montatori esperti con chiodi e martello. La nostra suola è cucita attraverso una tecnica che era stata abbandonata e che si chiama “cucitura a blake”, consiste nel tagliare uno strato sottilissimo di cuoio con un bisturi e creare un solco che accoglie i punti di cucitura, in un secondo momento lo strato di pelle viene incollato nuovamente alla suola proteggendo la cucitura dagli agenti atmosferici.Inoltre sulla tomaia dei nostri stivali ci sono sempre due punti di cucitura a mano detti “spranghette” che sono il nostro segno distintivo: il II del nostro logo. 

Qual'è il memento nella tua vita quotidiana?
Rinnovarsi restando coerenti a se stessi, raffrontarsi sempre con quello che ci circonda.
Come riesci a rinnovare un monoprodotto di stagione in stagione?
Attraverso l’uso dei materiali, con l’introduzione di nuove tomaie che si generano dal giocare su quella originale, con l’interpretazione del prodotto con nuove chiavi di lettura. 

Come e perchè avete sviluppato il progetto seen by
Quando abbiamo iniziato a lavorare su Memento Duo abbiamo chiesto a diversi amici di aiutarci, ognuno con le sue competenze, gli investimenti dovevano essere minimi perché le necessità erano tante. Siamo un marchio giovane di età e siamo circondati da persone talentuose ed emergenti come noi, che stanno lottando per ritagliarsi uno spazio nel mondo. SEEN BY è lo spazio in cui chiunque può lavorare e farsi conoscere attraverso i nostri canali semplicemente con l’unica richiesta di dare un’interpretazione ai nostri stivaletti. Abbiamo per ora lavorato con fotografi come Alice Rosati e Alice Schillaci, con stylist come Monia Salvini, con videomaker come Gabriele Giussani, ognuno è stato libero di esprimere il proprio talento e la propria visione personale. Il nostro apporto consiste nel condividere con loro la nostra idea alla base del marchio.
 
La scarpa per un uomo contemporaneo: che caratteristiche deve avere?
Essere di ottima qualità, rispecchiare il carattere di chi la indossa, accrescerne la forza di comunicazione di se stesso. 

Un consiglio di stile che daresti a un uomo
Essere sempre ben consapevole del proprio corpo e della propria età. Stare attenti agli abbinamenti cromatici…il trash è sempre dietro l’angolo!
nella tua valigia quando parti non può mancare....
Una T-Shirt bianca e un paio di jeans

La città o il luogo in cui rifugiarsi e prendere ispirazione?
Il mare e il deserto, non c’e’ un posto specifico ma i colori del mare e l’odore secco del deserto hanno la facoltà di liberare la testa da pensieri di ordine pratico e lasciarla aperta alla creatività. 

Il personaggio che vorresti diventasse testimonial Memento Duo
Mick Jagger. 
 
 
Social