Paola Puro. Who is on Next? 2013

By Federico Poletti
 
Come sei approdata alla moda?
“Ho cominciato a disegnare abiti, quando ero molto piccola. Crescendo mi sono resa conto che avrebbe potuto diventare la mia vita e il mio lavoro. A sei anni, quando mi chiedevano "Cosa vuoi fare da grande?" Invece di rispondere "La ballerina" o "l'astronauta", io ripetevo "La stilista".

Cos'è per te l'eleganza?
“L'eleganza, a mio parere, è la perfetta coesione tra anima e corpo. E’ la cura di se stessi, e al non trattare l'abito come una maschera, ma come l'espressione più tangibile dell'anima”.
 
Progetti alternativi
“Ho una collezione di Gioielli realizzati a mano da me: PURO'STONES. Pietre dure e cristalli grezzi, montati minuziosamente su anelli collane gemelli da uomo. Amo usare le Pietre Naturali, poiché conosco il loro potere energetico, di cura e purificazione. E vorrei "insegnare" a chi li indossa a utilizzare le pietre per prendersi cura di sé, riequilibrare il proprio corpo e le proprie energie”.
 
Il tuo metodo di lavoro e di creazione
“Per creare, qualsiasi cosa, parto dalla materia. Nel caso di un abito, il tessuto deve suscitarmi belle sensazioni, ricordi, il tatto mi deve essere familiare in qualche modo.
In seguito scelgo i colori, in genere li creo personalmente. Nel momento in cui ho la materia e il colore tutto il resto viene da sé. Affiorano ricordi, che possono riferirsi alla mia sfera personale, o un viaggio o vecchi film, all'arte.
Gli abiti nascono così. All'inizio sembra tutto confuso. Una volta terminato di riversare inchiostro sui fogli, aspetto. E a mente lucida riordino tutto, e tutto prende un senso.
Per me è una sorta di psicoterapia”.
 
Che icona vorresti vestire? e cosa sceglieresti?
“Vestirei chiunque. O meglio chiunque voglia Vestirsi. Le persone sono le mie icone”.
 
Che cosa rappresenta Who is on Next? nella tua carriera?
“Who is on Next? rappresenta un parto dopo un lungo periodo di gestazione, l'occasione di nascere, di crescere”.

Che cosa ti aspetti dalla partecipazione alle finali?
“Mi aspetto di conoscere persone come me. Mi aspetto di vedere la bellezza nella creazione. E spero di trovare persone che comprendano il mio linguaggio”.

Se dovessi descrivere Firenze in tre parole cosa diresti?
“Avorio, Bacco, Eleganza”.
 
E se dovessi descrivere il tuo stile in tre parole?
“Colore, sartorialità, puro”.
 
Social