Guest Nation Strateas.Carlucci

Fashion By Stefano Guerrini
 

Frutto della collaborazione creativa tra i designer australiani Peter Strateas e Mario-Luca Carlucci, il brand nasce come espressione di un tailoring utilitario. Ogni capo, con elementi realizzati a mano, è l’espressione di una sensibilità minimalista, gender fluid e senza tempo, che incontra tessuti hi-tech e una costruzione altamente definita. Strateas.Carlucci è il primo brand australiano a essere stato invitato nel calendario della Fashion Week di Parigi. 

 
Mario-Luca Carlucci
 

Può descrivere la collezione e le caratteristiche principali del marchio in poche parole?

I capi Strateas Carlucci si concentrano su costruzione e sartorialità, adottando elementi utility e sportswear. Vogliamo creare abiti portabili, senza tempo, dallo stile minimal e strutturato, ma che raccontino una storia avvincente. Innovazione e sperimentazione nei tessuti sono la parola d’ordine delle nostre collezioni. Ogni stagione continuiamo a perfezionare, ma anche reinterpretare, i tessuti in modo sempre più audace e innovativo.
 
Conosce Pitti Uomo e quali sono le aspettative legate a questo progetto?
Sì, non vediamo l’ora di partecipare a Pitti Uomo e di presentare la nostra collezione. Speriamo di poter creare delle relazioni con buyer e negozi, oltre che con i media e la stampa, e di far conoscere ancora di più il nostro marchio.
 
Può darci qualche anticipazione su quello che vedremo a Firenze?
Senza tradire il DNA del marchio, la fluidità di genere definisce questa collezione. Giocando con forme e linee maschili e femminili, la collezione resta incentrata su silhouette forti e una sartorialità decisa, con forme oversize e volume per le parti di sotto, nonostante la praticità tipica dello streetwear la renda ben radicata con bomber, felpe con cappuccio e maglioni traforati e maglieria di vario genere.
Social