I vincitori dell'edizione 2010

Fashion Fabio Quaranta & Andrea Incontri
 
FQR di Fabio Quaranta per il prêt-à-porter e AI_ di Andrea Incontri per gli accessori, sono loro i vincitori della seconda edizione di WHO IS ON NEXT? UOMO
A loro andrà un premio di 5.000 euro e l’opportunità di essere i protagonisti di un evento speciale in occasione della prossima edizione invernale di Pitti Uomo (gennaio 2011).

Una menzione speciale è andata a Ozona di Sandro Gonnella.
 
La giuria internazionale – presieduta da Franca Sozzani e Raffaello Napoleone, composta da Beppe Angiolini, Giampietro Baudo, Stefano Cantino, Antonio Cristaudo,  Ron Frasch, Simonetta Gianfelici, Joerg Koch, Hirofumi Kurino, Rodion Mamontov, Takuro Ogasawara, Franco Penè, Maria Luisa Poumaillou e Donata Sartorio – ha espresso soddisfazione per l’alto livello delle presentazioni e per la ricerca contenuta nelle collezioni dei finalisti. Che, oltre ai vincitori, erano: Camo di Stefano Ughetti, Dead Meat di Giovanni Battista De Pol, Maurizio Miri, Pierre-Louis Mascia e Yuji Miura.
 

 

 
Premio Who’s On Next / Pitti Uomo per il prêt-à-porter a FQR
 

Una proposta contemporanea ed elegante, risultato di un’attenta ricerca di forme e materiali: una collezione dotata di una coerente e matura identità. Le scelte effettuate sui capi, essenziali e concrete, unite a una manifattura di qualità, riflettono un approccio al mercato consapevole ma anche libero nelle ispirazioni, e fanno intravedere notevoli potenzialità di sviluppo.  
 

Premio Who’s On Next / Pitti Uomo per gli accessori a AI_
 

Un’applicazione precisa e generosa, che dà vita a una collezione di borse dalle silhouettes calibrate, con una sofisticata scelta di materiali e dettagli di pregio quasi nascosti. Interessanti le soluzioni sulle funzionalità d’uso. Molto apprezzata l’organicità del progetto e l’allure cosmopolita delle fonti creative, che insieme approdano a un’idea di moda assolutamente moderna, destinata ad un ampio fronte di sbocchi commerciali. 

Menzione speciale Who’s On next / Pitti Uomo a Ozona
 
E’ degna di nota la scelta imprenditoriale basata su una radicale vocazione artigiana, affinata dalla formazione in design industriale, in un settore come quello dell’occhialeria, caratterizzato dalla presenza dominante dei grandi gruppi e dei grandi numeri.