I vincitori dell'edizione 2011

Fashion Andrea Pompilio & Emiliano Rinaldi
Proclamati i vincitori della terza edizione di Who is On Next? / Uomo
 
Andrea Pompilio e
Emiliano Rinaldi, per il prêt-à-porter.
 
Who is On Next / Pitti Uomo, il concorso dedicato ai nuovi talenti - italiani o con base in Italia - nella moda maschile, promosso e organizzato da Pitti Immagine in collaborazione con Altaroma e l’Uomo Vogue, ha proclamato i vincitori dell’edizione 2011: 
 
Andrea Pompilio ed Emiliano Rinaldi, entrambi per il prêt-à-porter
A loro andrà un premio di 5.000 euro e l’opportunità di essere i protagonisti di un evento speciale in occasione della prossima edizione invernale di Pitti Uomo (gennaio 2012).
Una menzione speciale è andata a 10 A Suspender Trousers Company di Daria Dazzan e Matteo Cibic.
 
La giuria internazionale - presieduta da Franca Sozzani e Raffaello Napoleone, composta da Donata Sartorio, Simonetta Gianfelici, Antonio Cristaudo, Eva Desiderio, Angelo Flaccavento, Veerle Windels, Maria Ter-Markarian, Beppe Angiolini, Maurizio Purificato, Toby Bateman, Masaaki Yanagi, Polat Uyal e Dianora Allegri – ha espresso unanime soddisfazione per l’alto livello delle presentazioni e per la ricerca contenuta nelle collezioni dei finalisti. Che, oltre ai vincitori, erano: Caterina Coccioli e Alessandro Manzi, Comeforbreakfast, Luca Larenza, Milius by Milan e, fuori concorso, John Lee Brunswick.
 
Premio Who is On Next / Pitti Uomo per il prêt-à-porter a Andrea Pompilio.
Una proposta contemporanea, risultato di un’attenta ricerca su materiali e forme: un progetto completo e maturo. Una collezione dall’immagine internazionale che spicca per le sue ampie ispirazioni, frutto del background di esperienze professionali del designer. Attraverso dettagli inusuali e un sapiente uso del colore, contrasti delicati e giochi di cromatismo, Pompilio elabora uno stile sofisticato e attento alla qualità, in linea con le attuali richieste del mercato.
 
Premio Who is On Next / Pitti Uomo per il prêt-à-porter a Emiliano Rinaldi.
Poeticità e passione animano la sua collezione. Un progetto che si nutre di rimandi storici dalla natia terra aretina. Capi interamente made in Tuscany, dal grande potenziale creativo che denotano una forte identità. Molto apprezzati la manifattura di qualità e il richiamo, nel processo di elaborazione dei capi, a consuetudini, come il Palio di Siena, che pur fortemente radicate al territorio, prevaricano i confini, fino a cogliere l’immaginario collettivo internazionale. 
 
Menzione speciale Who is On next / Pitti Uomo a 10 A Suspender Trousers Company di Daria Dazzan e Matteo Cibic.
La giuria, con opinione unanime, ha ritenuto degno di menzione speciale il brand 10 A, di Matteo Cibic e Daria Dazzan, per la qualità e l’estro della presentazione, altamente comunicativa e la particolarità creativa del prodotto - caratterizzata da un buon uso e abbinamento del colore e basata sulla riedizione di due elementi fondamentali del guardaroba maschile: pantaloni e bretelle - che riflettono un interessante approccio al mercato. 
 
Andrea Pompilio – (Pesaro, 1973) - www.andreapompilio.it
Diplomato in fashion design all’Istituto Marangoni di Milano, Andrea Pompilio ha maturato un’esperienza di 13 anni come fashion designer collaborando con brand internazionali come Alessandro Dell’Acqua, Prada, Calvin Klein, YSL e Bally. Vive e lavora tra Milano, Parigi e New York. Il suo è uno stile sofisticato, molto attento alla qualità ma disinvolto.
 
Emiliano Rinaldi – (Arezzo, 1979) - www.emilianorinaldi.it
Una creatività sospesa tra passato e presente, quella delle collezioni di Emiliano Rinaldi, spensierate ma eleganti, attente nel mescolare differenti materiali e insoliti accostamenti cromatici. L’ingegnere toscano immagina un guardaroba libero da canoni e leggi della moda, frutto delle emozioni e sensazioni che costituiscono il suo bagaglio di vita.
 
“10 A Suspender Trousers Company” – Daria Dazzan e Matteo Cibic -
(Latisana UD, 1984 – Parma, 1983) - www.10A.it
Nato nel 2008 dall’incontro di Daria Dazzan con Matteo Cibic, il brand esordisce con una produzione artigianale di pantaloni limited edition. Pezzi unici realizzati con tessuti di altissima qualità e sartorialità Made in Italy in un progetto che si basa sulla reinterpretazione di due classici del guardaroba maschile: pantaloni e bretelle.