17 giu 2014

Events Orange Culture

Fashion
 


Cosa ti aspetti da questa esperienza a Pitti Uomo e a The Latest Fashion Buzz?

L’opportunità di presentare la ricchezza culturale che si cela dietro al mio marchio e di far conoscere al mondo la sua storia. Mostrare che aspetto ha la moda autentica dell’Africa, fare in modo che l’Africa moderna sia visibile attraverso i miei occhi. L’esposizione del marchio sarà grandiosa e ci permetterà di incontrare acquirenti di menswear provenienti da tutto il mondo. Sarà un’esperienza fantastica e che ho sognato spesso.
 
Quali sono i tuoi progetti professionali per il futuro? 
Come marchio, il mio obiettivo è vedere Orange Culture venduta a livello internazionale. Vorrei vedere i miei capi esposti accanto agli altri marchi internazionali nei principali store e nelle boutique, riuscire a sfatare il mito per cui la moda africana è legata soltanto all’utilizzo di tessuti con le stampe tipiche. Vorrei anche poter essere d’ispirazione per giovani stilisti emergenti, in Africa e altrove, che non ottengono i riconoscimenti adeguati sulle piattaforme internazionali di moda.
 
Da dove deve iniziare uno stilista per dare stile agli uomini e alle donne, senza dover rinunciare alla propria identità?
"SII FEDELE A TE STESSO”. Il punto non è che cosa indossi, ma COME.
 
Quando è cominciata la tua passione per la moda e il design?
È iniziata quando avevo 10 anni e ho preso coscienza della mia timidezza. Era l’unico ambito in cui mi sentivo sicuro e accettato e in cui riuscivo davvero ad esprimermi.
 
Quali sono i capi fondamentali, quelli che non possono mancare nella tua collezione?
Nella nuova collezione, TUTTI i capi sono fondamentali! Ma credo che le maglie in neoprene modello AGBADA saranno i più importanti per la PE 2015.
 
A quale stilista ti ispiri? Chi è la tua icona della moda?
Karl Lagerfeld!
Social