16 giu 2010

Events Haider Ackermann

Fashion
HAIDER ACKERMANN Special guest di Pitti W n.6
 

Haider Ackermann è stato l’ospite speciale della sesta edizione di Pitti W_Woman. Alle ore 20.30 di mercoledì 16 giugno, la presenza a Firenze di Ackermann è stata celebrata dalla Fondazione Discovery con un evento speciale, “A Carte Blanche named OPIUM – Wardrobe for Men… & Women”, concepito come una performance site-specific per l’esclusiva atmosfera barocca di Palazzo Corsini.

“Siamo molto lieti che Haider Ackermann abbia accettato il nostro invito – dice Lapo Cianchi, direttore comunicazione & eventi di Pitti Immagine – perché esprime quella capacità di elaborare un pensiero originale sulla moda che noi cerchiamo quando lavoriamo con i fashion designers. Abbiamo seguito Ackermann sin dalle sue prime presentazioni a Parigi e adesso che la sua poetica, il talento visionario e il senso per la memoria si sono saldati con una crescente forza drammatica e seduttiva, abbiamo deciso che era il momento giusto di offrirgli un palcoscenico diverso, il nostro, dove si potrà sentire libero di proseguire nel suo personale racconto o magari ispirato a sperimentare qualcosa di inedito”.

Tra forza e fragilità, tra mascolinità e femminilità, le donne di Ackermann, dalla gestualità lontana, parlano di bellezza, erranza, sofferenza, malinconia, nostalgia…di amore… per uomini dai gesti altrettanto lontani, eleganti, mascolini, inebrianti, decadenti, riservati…il cuore in partenza… una carte blanche chiamata “Opium”, una visione di uomini e donne.

Hanno detto di Haider Ackermann:

“Ackermann has a vision and, although he does not move forward rapidly, his way of developing his aesthetic has an honesty about.(…) The designer has an individual spirit in the way he melds sporty clothes with a modern elegance.”(Suzy Menkes, International Herald Tribune)

“With a globe trotter’s trove of riches, Haider Ackermann finds his place in the fashion firmament. His clothes have the true elegance of Eternal Berber Tribal Dress as worn on the chichest and most enterprising starship from the future”. (Armand Limnander, T Magazine)

Si ringrazia Gherardo degli Albizzi per il suo contributo nella realizzazione dello speciale allestimento dell’evento di Haider Ackermann.

Social