Art and fashion talk #ArtisanStreet, dovrebbe essere l’hashtag di Alberto Premi

Fashion by Fulvio Ravagnani
 


Ispirazione street e qualità artigianale è il mix vincente, che ha portato Alberto Premi con la sua linea di scarpe tra i finalisti di Who is on Next 2014 a Pitti Uomo 86. Eccovi cosa ci ha raccontato.

 
1. Cosa hai pensato quando ti sei iscritto al concorso, ti aspettavi di arrivare tra i finalisti? 
Ho pensato che si trattava di un’ottima opportunità per crescere e per entrare a far parte del magico mondo della moda, ma soprattutto l’ho vista come una sfida personale contro mio padre (stilista da più di 35 anni nell’ambito della calzatura) che ho sempre considerato il mio punto di riferimento . Ho voluto e voglio tutt’ora dimostrare che nonostante la mia giovane età sono in grado di realizzare gli obbiettivi che mi sono prefissato. Non mi aspettavo di arrivare tra i finalisti, ma su una scala che va da 0 a 10 pensavo di avere 8 possibilità di arrivarci, sono consapevole di aver realizzato un prodotto fresco, innovativo, capace di soddisfare le esigenze del mercato. E stato quindi il cosiddetto “ THE DREAM COMES TRUE “.
 
2. Ci racconti un po' della tua collezione?
Il mood della collezione SS15, proposta per questo concorso, ha come colonna portante il concetto della destrutturazione. Tutto ciò che fa parte della memoria recente e passata, viene analizzato, studiato, smantellato e riproposto in una nuova chiave. Questo processo ingloba la comodità dello sport wear, l’estrosità dell’arte futurista e le forme classiche. Un esempio lampante ci viene offerto dai derby, tanto classici all’apparenza quanto freschi e innovativi all’occhio di chi li osserva, che compiono una metamorfosi e assumono un’accezione palesemente sportiva. L’utilizzo di materiali di prima qualità, come le pelli, e una cura maniacale dei dettagli, dai fondi, chiaramente fantascientifici, alla doppia fibia che si trasforma in strap, offrono all’intera collezione l’atmosfera di un film che deve ancora essere proiettato. Un film che ha travolto il passato e stravolto il presente. Un film che parla del futuro. Perché la vita di un uomo è caratterizzata dalle scelte che compie, dalla strada che imbocca, da ogni passo che muove. 
 
3. Quali progetti/sogni hai per il futuro?
Il mio sogno, quindi anche l’obiettivo che mi sono prefissato è di diventare uno dei più grandi stilisti di calzature, arrivando a poter realizzare i miei prodotti solo ed esclusivamente su commissione come se fossero delle vere e proprie opere d’arte. Ma la ragione principale che mi spinge a fare tutto questo è poter comunicare alle persone senza dover utilizzare la solita forma di linguaggio scritto o verbale, ma semplicemente trasmettendo quello che sono con il mio prodotto.
Social