Art and fashion talk The Fashion Circus of the young Anna K

Fashion by Sara Pizzi
 


Ha diciotto anni appena, ma l'ukraina Anna K ha una grande determinazione che ben si addice alle sue capacità creative e al suo innato senso dello stile. Se poi aggiungiamo una propensiona naturale all'ironia - basta vedere le sue t-shirt per credere - otteniamo un mix davvero talentuoso! Ecco cosa ci ha detto alla vigilia di questa nuova edizione di Pitti W.
 

Anna, raccontaci qualcosa della tua ultima collezione “Fashion Circus” … Da cosa è nata l’idea degli slogan sulle t-shirt? 
L’ispirazione è nata da un articolo della leggendaria Suzy Menkes e dalla volontà di interpretarlo in modo creativo e, perché no, ironico! Da questa idea sono nate t-shirt basiche con degli slogan stampati. Non avrei mai immaginato questo grande successo! Adesso le mie t-shirt sono vendute da Luisa Via Roma, Colette, D-MOP, Deuxieme Classe, tra i tanti store.

Che significato hanno gli slogan?
Gli slogan della linea "Fashion Circus" sono frasi che sento spesso ripetere nel fashion system, soprattutto durante le sfilate. Alcuni mi sono addirittura stati suggeriti da insider della moda. E a questa stagione, a Pitti W, ogni persona che visiterà il mio stand, potrà indicarmi il suo slogan preferito e il migliore verrà usato per la prossima collezione di "Fashion Circus".
 
Qual è il tuo slogan preferito?
"I don’t give interviews"/ “Non concede interviste”, come direbbe Sarah Andelman’s di Colette, e "I am not a blogger" / "Non sono una blogger" perché è stato il primo a suscitare attenzione tra blogger e redattrici, soprattutto quando Daria Shapovalova l’ha esibito su una mia t-shirt durante le fashion week. Successivamente, le mie creazioni sono state scelte da Bryan Boy, Yvan Rodic e Suzy Bubble.
 
Quali sono i tuoi progetti futuri?
Ho sempre desiderato costruire un brand solido in Ukraina, il mio Paese, che fosse conosciuto a livello internazionale. Questo è quello su cui sto lavorando ora.
 
Che cosa ti aspetti dalla tua partecipazione a Pitti W? E com’è stata la tua esperienza lo scorso gennaio in occasione del programma Guest Nation?
A Pitti W porterò la seconda collezione di "Fashion Circus", appena presentata da Colette. Esporrò inoltre due nuove capsule, "Fashion Films" e "Fashion Dictionary", e la pre-collezione per il 2015. Sono sicura che incontrerò molti addetti ai lavori qualificati, tra la stampa e i top buyer internazionali di Pitti.
La mia esperienza lo scorso gennaio è stata semplicemente straordinaria! Adesso, fare parte della selezione di brand a Pitti W sarà senza dubbio uno step successivo che segna i progressi del mio brand Anna K e l’affermazione della mia collezione. Dopo aver partecipato a Pitti, lo scorso gennaio, ho ricevuto ordini importanti da store iconici con cui ho realizzato importanti collaborazioni e altre ancora sono in programma per il futuro. Ho ricevuto ordini da retailer anche in Australia e Asia.
Social