Art and fashion talk MSGM into the 90'S

Fashion / Design / Graphics / Performance By Leonardo Iuffrida
 

Occhiali da sole, cappellino a visiera, skateboard e mood californiano. Massimo Giorgetti, designer del marchio MSGM, cavalca le onde del tempo e si tuffa nelle luci e ombre degli anni novanta. Una decade contraddistinta dall’esasperazione dei caratteri dell’uomo postmoderno che, confuso dalla moltitudine di input massmediali, privo delle solide ideologie del passato, si sente perso, continuamente mutevole e dall’identità composita. La traduzione in termini di stile della società appena tratteggiata non può essere che una: mixare. Difatti da MSGM patchwork di pattern e stampe in pitone creano un nuovo camouflage, e strati di tessuti e stili si uniscono in un insieme eclettico e frizzante. Oltre alla frammentarietà, è la fluidità che scorre nell’anima anni novanta. Così, se alla fine del XX secolo, i limiti di sesso, età e razza si mescolano in osmosi, in MSGM colori fiammeggianti e caleidoscopiche decorazioni in Tie-Dye sembrano sciogliersi come neve al sole. Ma non bisogna dimenticare l’abbattimento delle barriere tra cultura alta e bassa, portata avanti da un folto numero di artisti come Jeff Koons, e presente in questa collezione nel dualismo giunto a sodalizio tra sportswear e sartorialità. 

Social