Art and fashion talk Una Società con stile, firmata STUDIOPRETZEL

Fashion by Fulvio Ravagnani
 


Abbiamo intervistato Emiliano Laszlo, anima e designer di STUDIOPRETZEL, che è tra i finalisti di Who is on Next 2014 a Pitti Uomo 86. Ecco cosa ci ha raccontato:

 
1. Cosa hai pensato quando ti sei iscritto al concorso, ti aspettavi di arrivare tra i finalisti? 
È  la seconda volta che provo l'application a WION e sono contento che la finale sia arrivata con questa collezione, sicuramente più matura e completa, rispetto al primo tentativo. Quando mi impegno in qualcosa ho sempre delle aspettative molto alte, fa parte del mio carattere e quindi ci speravo molto. La notizia è stata accolta da me e dai miei sostenitori con grandissima emozione.
 
2. Ci racconti un po' della tua collezione?
La collezione estiva 2015 si intitola “Studiopretzel Society”, perché mi sono immaginato che le persone che vestono Studiopretzel facciano parte di una sorta di club. Ho voluto calcare la mano su questo aspetto e creare varie sezioni di questa “società”, come, per esempio, il club della vela e il jujitsu team. Diciamo che ho raccolto idealmente sotto l'immagine del brand una serie di aspetti un po' nostalgici delle nostra infanzia, quando per esempio facevamo i boyscout o facevamo parte di un gruppo sportivo. Le patch dei vari club sono ben in evidenza su alcuni capi iconici e stanno a rappresentare la tradizione che si fonde e si trasforma con la contemporaneità. Sono presenti perciò sia capi più classici come la giacca seersucker con bordature e stemma del gruppo, sia capi dalla vestibilità meno consueta come il jumpsuit unisex decostruito e il panta kimono, che viene proposto ogni stagione con dettagli e tessuti differenti. Ho cercato di essere coerente con le scelte, ho voluto lasciare i miei volumi e le mie forme, esportandoli però in un mondo un po' differente rispetto al quale mi muovo di solito. Ci tenevo che questa collezione parlasse molto di me, di quello che sono e di ciò che faccio. Ho provato a rappresentare qualcosa in cui spero le persone possano riconoscersi. Per me è importante raccontare una storia ed è fondamentale che quello che rappresento sia vero, parto sempre da un'esperienza diretta. Questo è il valore che mi sento di mettere nelle collezioni che realizzo: la sincerità.
 
3. Quali progetti/sogni hai per il futuro?
Vorrei che con WION venisse fuori un maggior interesse nei miei confronti da parte di compratori, vorrei trovare una collocazione stabile sul mercato, vorrei collaborare con altre realtà. Vorrei poter continuare ad investire sul mio futuro.
Social